50 s mens fashion

50 s mens fashion

 

zaini da viaggio

CHE TIPO DI ZAINO DA VIAGGIO?

Lo zaino è indubbiamente il bagaglio ideale del viaggiatore indipendente. E’ pratico e comodo per essere trasportato in spalla nei lunghi percorsi a piedi ed è resistente ai tipici maltrattamenti di un viaggio in stile backpackerIl modello più comodo è lo zaino valigia con la pratica apertura a cerniera che ci permette di avere sotto mano tutto il contenuto infilato senza doverlo svuotare interamente quando cerchiamo un oggetto come, invece, accade nei classici zaini ad apertura verticale.

Tra gli zaini migliori che si possono trovare sul mercato (per tessuti utilizzati, resistenza e posizione ergonomica idonea ad una migliore distribuzione del peso sulla schiena) suggerisco quelli della FERRINO, DEUTER, LOWE ALPINE oppure OSPREY.

zaino valigia trolleyNegli ultimi anni, anche tra i backpacker, si sta diffondendo l’utilizzo di zaini valigia modello trolley. Si tratta di un bagaglio da viaggio ibrido che può essere trascinato facilmente a mano (quindi, comodo per quei viaggi in paesi “facili”: Europa, Nord America, Australia, etc.) oppure portato in spalla proprio come uno zaino tradizionale (nel caso di viaggi più “impegnativi”).

Vantaggio: evita il dovere portare peso in spalla quando effettivamente non é necessario.

Svantaggio: non é molto anatomico e comodo per la schiena ed ovviamente é piú pesante rispetto ai tradizionali zaini valigia.

Gli zaini hanno varie capacità di contenuto misurate in litri. Evitate di portarvi dietro uno zaino con capienza superiore ai 75 litri specie se dovete compiere lunghi viaggi e, soprattutto, tratti di strada lunghi o impegnativi nei quali il peso dello zaino sulle vostre spalle si farà sentire assai presto! Questo sito (in inglese) è assai utile circa consigli e suggerimenti per viaggiare con un bagaglio leggero.

Oltre allo zaino è assai comodo avere uno zainetto da portare in giro durante le soste nel corso del viaggio dove porre i documenti di viaggio, la guida turistica, la macchina fotografica e altri cose che vi possono essere utili. Se siete appassionati di fotografia e girate con un paio di obiettivi, filtri vari e, magari, anche un cavalletto tascabile, vi suggerisco uno zainetto fotografico (tra le marche migliori consiglio Lowe Pro oppure Tamrac).

I MIEI ZAINI

Da anni, nei i miei viaggi in giro per il mondo mi fa compagnia uno zaino valigia NATIVE PLANET modello LANDMARK (70 litri), purtroppo, oggi non più in commercio. Da poco tempo, per i miei spostamenti più brevi o in paesi “comodi” utilizzo uno zaino valigia trolley della OSPREY modello Shuttle (80 litri). La mia attrezzatura fotografica trova spazio, invece, nello zainetto fotografico LowePro Pro Runner II dotato di tre scomparti separati: uno per i piccoli oggetti, un secondo con pratici divisori dove mettere la propria reflex, gli obiettivi, i vari filtri e altri piccoli accessori utili per le mie riprese fotografiche (es. il treppiedi) e un altro per il mio MacBook.

cosa mi porto in viaggio

COSA METTO NELLO ZAINO PER UN VIAGGIO DI TRE SETTIMANE

– qualche maglietta
– due o tre paia di jeans o leggeri e pratici pans in cotone
– un paio di pantaloncini
– una o due felpe
– costume da bagno
– giubbotto in goretex (per escursioni in montagna o posti freddi e ventosi)
– una o due camicie
– calze e slip di ricambio
– asciugamano in microfibra
– accapatoio in microfibra
– un paio di scarpe da trekking
– un paio di sandali
– trousse da bagno
– kit di pronto soccorso (aspirina, antibiotico, antinfiammatorio, antidiarroico, antibiotico intestinale, repellente antizanzare, cerotti, mercurocromo, etc.)
– coltellino svizzero
– sacco a pelo (optional a seconda della destinazione!)
– detersivo gel in tubetto (per fare i piccoli bucati sul posto!)
– carta igienica (mai scontato trovarla in tanti paesi!)
– sacchetto di plastica dove porre la biancheria sporca
– sveglia
– adattatore universale
– lettore ebook per leggere e ascoltare musica

A PROPOSITO DI INDUMENTI

Evitate di portarvi dietro vestiario delicato o pregiato perché potrebbe facilmente rovinarsi nel corso del viaggio. Piuttosto, mettete nello zaino quel vecchio paio di jeans o quelle magliette delle quali non vi frega più di tanto. In alcuni paesi (es. Marocco) mi è capitato di essere stato fermato da ragazzi in vena di una chiacchierata che mi hanno poi chiesto se avevo una t-shirt in cotone da trattare quale merce di scambio! Portatevi dietro un paio di magliette in più da regalare. Farete la felicità di chi  non può facilmente permettersele!

IN CASO DI SMARRIMENTO O RITARDATA CONSEGNA DELLO ZAINO

E’ uno delle sfighe più fastidiose in grado di rovinare un viaggio e a me è, purtroppo, successo in Uzbekistan dopo aver fatto scalo a Roma Fiumicino! Questo capita, soprattutto, nel periodo estivo quando diversi grandi aeroporti europei non riescono a far fronte (spesso per evidenti problemi organizzativi) alla gestione dell’imbarco o transfer su altri voli, in tempo, dei bagagli passeggeri. Oppure può accadere che il tag identificativo del vostro zaino messo dall’addetto del check in si stacchi rendendo così incerta, se non impossibile, la spedizione a bordo del vostro volo! In tal modo può capitare che lo zaino non arrivi col vostro volo ma con quello successivo o, addirittura, si perda abbandonato in qualche aeroporto dove avete effettuato un transfer e li vi rimanga per parecchio tempo.

Nel caso che il nastro trasportatore presso l’aeroporto di arrivo non vi abbia restituito il vostro bagaglio, dovete contattare immediatamente il responsabile lost and found baggage solitamente ubicato nelle vicinanze dei nastri trasportatori. Dategli il tagliando adesivo del bagaglio (baggage tag) che l’addetto al check-in dell’aeroporto di origine del vostro volo ha attaccato dietro la carta d’imbarco o dietro la copia cartacea del biglietto aereo. Vi verrà quindi fatto compilare un modulo di reclamo (PIR: Property Irregularity Report) con la descrizione e il contenuto del vostro bagaglio e vi verrà data copia cartacea con un codice identificativo della pratica. Le informazioni che avrete dato circa il riconoscimento del vostro bagaglio (tipo di bagaglio, colore, dimensioni, etc.) verranno inviate al sistema di tracciamento del bagaglio WorldTracer che è al servizio di innumerevoli compagnie aeree. Inserendo questo codice nel sito della compagnia aerea con la quale avete volato potrete aggiornarvi sullo stato della ricerca del bagaglio che vi è stato smarrito.

La stragrande maggioranza dei bagagli smarriti viene ritrovata entro 3 giorni dalla denuncia.

Il viaggiatore che vuole essere risarcito, per il bagaglio perso o danneggiato, deve presentare anche una denuncia alla compagnia aerea entro 21 giorni in caso di ritardo e entro 7 giorni in caso di danneggiamento e/o manimissione. Spesso si dimentica di effettuare quest’operazione, confortati dalle assicurazioni degli addetti all’Ufficio oggetti smarriti che il bagaglio sara’ prontamente ritrovato e riconsegnato. Occorre pero’ fare attenzione ai tempi entro i quali fare la denuncia, poiche’ si rischia di non ricevere il risarcimento dovuto.

Trascorsi 21 giorni dall’arrivo in aeroporto, se la valigia non è stata ritrovata, è considerata ufficialmente perduta. A questo punto dovete inviare alla compagnia aerea una raccomandata A/R con la descrizione dei danni subiti, fornendo anche le prove: elenco degli oggetti contenuti nel bagaglio non riconsegnato, copia del biglietto aereo, scontrino del bagaglio mancante, copia del reclamo.

La Convenzione di Varsavia del 1929 modificata dalla Convenzione di Montreal del 1999 stabiliscono valori diversi e prevedono un rimborso a bagaglio, indipendentemente dal valore del bene perduto (salvo il caso di maggiore dichiarazione di valore):

Per i paesi aderenti alla Convenzione di Montreal, per i voli nazionali e internazionali, in caso di distruzione, perdita o danno dei bagagli, sia registrati che a mano, il vettore aereo è responsabile fino a 1167 Euro;

Per gli Stati che non aderiscono alla Convenzione di Montreal: per smarrimento o danno si ha diritto ad un risarcimento fino a 20 Euro per kg, corrispondenti a circa 20 euro.

PER EVITARE  I DISAGI IN CASO DI RITARDATA CONSEGNA DELLO ZAINO:

Potendo sarebbe meglio evitare di passare per scali normalmente assai congestionati in estate o sotto le festività natalizie. In particolar modo, Roma Fiumicino ha fama di ritardare, anche di settimane, la consegna del vostro zaino alla destinazione finale, ma anche Francoforte e Londra Heathrow non sono migliori. Quest’ultimo aeroporto guida la classifica europea per maggior numero di bagagli smarriti! Se possibile, scegliete di transitare negli scali europei meno trafficati ma anche più efficienti quali, ad esempio, Vienna, Copenaghen o Zurigo. Se invece non potete evitare gli hub più congestionati, volete evitare a tutti i costi che lo zaino vi segua fino alla conclusione del viaggio, potete, ma solo se avete tempo sufficiente nell’attesa del volo di coincidenza (almeno 2 ore), ritirare il vostro zaino presso l’aeroporto di transito anziché fargli fare il transfer, e fate poi un altro check in per la tratta finale del vostro viaggio.
Ricordatevi di apporre un’etichetta sullo zaino con il vostro indirizzo di residenza permanente e se possibile con quello provvisorio del vostro viaggio (es. ostello o albergo dove trascorrerete le prime notti al vostro arrivo) e anche con il numero di volo in caso di perdita del tag.
Infine,  inserite nel bagaglio a mano, qualche indumento di ricambio e oggetti essenziali tipo medicinali.

SE IL VOSTRO ZAINO E’ STATO DANNEGGIATO

Se al vostro arrivo (a destinazione d’inizio o fine viaggio) nel ritirare il vostro zaino dal nastro trasportatore scoprite che il vostro zaino è stato danneggiato (cerniera rotta, lucchetto mancante, etc.) controllate inanzitutto che all’interno non manchi nessuno dei vostri effetti personali e poi recatevi alla società che si occupa dello smistamento bagagli per la compagnia aerea con la quale avete volato (di solito si trova accanto all’ufficio lost & found) e denunciate il danneggiamento e anche l’eventuale furto. Vi verrà consegnato un modulo da compilare per ottenere la riparazione gratuita dello zaino oppure la sua sostituzione con uno nuovo a spese della compagnia aerea.

VALIGIA SMARRITA E RITARDI NEI VOLI: I TERMINI PER AGIRE
(Regolamento Ce 889/2002)

PRECAUZIONI DA ADOTTARE PER IL TUO ZAINO
QUANDO RIENTRI DAGLI USA

Commenti

Facebook

Twitter

Pinterest

Google+

email

Print

50 s mens fashion 38
Enfermedades de los Peces Marinos - Acuario Marino
50 s mens fashion 34
Resultado de imagem para cruz tatuaje hombre Tattoos Pinterest
50 s mens fashion 96
ASOS Online Shopping for the Latest Clothes Fashion
50 s mens fashion 52
Lee Jong Suk - Gong Yoo, 10 Aktor Korea Paling Hot Lelehkan Hati
50 s mens fashion 92
Karenka Revista H Junio 2015 (PDF/JPG) - Fotos y
50 s mens fashion 61
1. Quale reflex scegliere? Nikon o Canon? (Corso pratico)
50 s mens fashion 49
50 s mens fashion 19
50 s mens fashion 72
50 s mens fashion 19
50 s mens fashion 99
50 s mens fashion 19
50 s mens fashion 83
50 s mens fashion 86
50 s mens fashion 90
50 s mens fashion 67